6.8 C
Comune di Bari
giovedì 15 Aprile 2021
Home Attualità Covid, Coldiretti Puglia: "Con zona rossa fino al 30 aprile ristorazione rischia...

Covid, Coldiretti Puglia: “Con zona rossa fino al 30 aprile ristorazione rischia 500 milioni di euro di danno”

Da leggere

“Senza zone gialle fino al 30 aprile restano chiusi per il servizio al tavolo o al bancone i 22mila bar, ristoranti, pizzerie ed agriturismi presenti in Puglia con un crac da 500 milioni di euro per l’intero mese”. E’ quanto emerge dall’analisi di Coldiretti Puglia sulla possibilità di una “Puglia rossa o arancione per tutto il prossimo mese emersa al termine della cabina di regia Covid sul nuovo decreto”. “Una situazione insostenibile – sottolinea l’associazione di agricoltori – dopo il lockdown di Pasqua che rappresenta un momento importante per ristoranti e per i 900 agriturismi presenti in Puglia particolarmente apprezzati dalle famiglie nei weekend di primavera. Ristorazione ed alberghi sono i settori più colpiti dalla pandemia Covid che ha tagliato i consumi del 40,2% nel corso del 2020 con un effetto a valanga che ha travolto interi settori dell’agroalimentare Made in Italy con vino e cibi invenduti”.

Coldiretti evidenzia che “quasi 15.000 ristoranti, bar, mense, 6.500 pizzerie e gli agriturismi operanti in Puglia sviluppano un fatturato annuale di oltre 5 miliardi di euro che ora è praticamente azzerato, con i pesanti effetti che si trasferiscono direttamente lungo tutta la filiera a causa del taglio delle forniture di alimenti e bevande colpendo le aziende agricole ed alimentari per le quali è necessario prevedere adeguati ristori”. Si calcola che 300 milioni di chili di carne bovina, 250 milioni di chili di pesce e frutti di mare, e circa 200 milioni di bottiglie di vino – conclude Coldiretti – non siano mai arrivati nel 2020 sulle tavole dei locali con decine di migliaia di agricoltori, allevatori, pescatori, viticoltori e casari che soffrono insieme ai ristoratori


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche