26.2 C
Comune di Bari
lunedì 20 Settembre 2021
Home Attualità Tutela del patrimonio culturale della città, due pesi e due misure

Tutela del patrimonio culturale della città, due pesi e due misure

Notizie da leggere

“Nel ribadire che nessuna opera dovrà essere realizzata nell’area interessata dal vincolo, tale che possa alterare l’originario stato dei luoghi, è dell’avviso che sarebbe auspicabile che la società considerasse l’opportunità di un percorso alternativo della prevista nuova condotta del gas, in modo da salvaguardare il tratto di area tutelata in cui è insediata la Villa Elena”.

Non siamo noi a dirlo, ma la Soprintendenza Archeologica per la città metropolitana di Bari quando si è esprime sulla realizzazione del metanodotto che sarà realizzato in via Bitritto e, in parte, sul giardino storico di villa Elena appunto, censito tra le aree di “notevole interesse pubblico”.

Il messaggio sembra chiaro, ma forse non lo è stato per la regione Puglia, che sembra non aver ritenuto opportuno dover proporre alla società in questione soluzioni alternative volte alla tutela di una delle ville più antiche del capoluogo pugliese. L’opera – per capirci – interessando parte del giardino, porterà all’eradicazione delle piantumazioni che lì insistono.

Perché non si è fatto il minimo sforzo nel cercare percorsi che aggirassero l’area vincolata? Perché questo atteggiamento ondivago degli enti preposti che in casi simili hanno utilizzato cautele maggiori? Ci piacerebbe comprenderne le ragioni, se non fosse che da via Gentile non arrivano risposte.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche