21.9 C
Comune di Bari
domenica 16 Maggio 2021
Home Attualità Covid, tasso contagi più alto del Barese: il sindaco di Ruvo sospende...

Covid, tasso contagi più alto del Barese: il sindaco di Ruvo sospende la riapertura delle scuole

Notizie da leggere

Fino al 30 aprile a Ruvo gli studenti delle scuole delle seconde e terze medie e degli istituti superiori non potranno tornare in classe. Lo ha deciso il sindaco Pasquale Chieco con una nuova ordinanza che prevede ulteriori prescrizioni anti Covid in vigore da domani. Domani, infatti, la Puglia passerà in zona arancione e, per le scuole, è previsto che oltre alle lezioni in presenza per i bambini delle elementari e prima media, la possibilità di stare in aula venga estesa agli studenti più grandi (al netto della facoltà di scelta della didattica a distanza da parte delle famiglie stabilita dalla Regione).

Con l’ordinanza il sindaco Chieco ha stabilito, invece, che “rimane sospesa l’attività didattica in presenza nelle classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado ed in tutte le classi delle scuole secondarie di secondo grado, che si avvarranno in via esclusiva dell’insegnamento a distanza”.

La decisione deriva dalla situazione dell’epidemia, con 365 cittadini attualmente positivi e altri 255 in isolamento in attesa di tampone. Stando al report della ASL di Bari, inoltre, nell’ultima settimana di monitoraggio, a Ruvo si registra un “elevato numero di nuovi contagi, con un tasso di variazione su 100mila che è il più alto tra i comuni della città metropolitana”, pari a 589,9 casi/100mila e 147 nuovi positivi nei sette giorni, a fronte di una incidenza media nel resto della provincia di 239,4 (la soglia critica è di 250).

Inoltre, l’analisi dei contagi evidenzia una “elevata incidenza, circa il 60%, in ambito intrafamiliare”, che “ha consentito di concludere – si legge nell’ordinanza – che il comune di Ruvo di Puglia presenta uno scenario più preoccupante rispetto a quello regionale e metropolitano, con la conseguente necessità di adottare misure adeguate e proporzionali idonee a contenere i rischi potenziali per la salute pubblica”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche