21.9 C
Comune di Bari
domenica 16 Maggio 2021
Home Attualità “Nessuno deve morire solo”, Tutolo accampato davanti alla sede del Consiglio della...

“Nessuno deve morire solo”, Tutolo accampato davanti alla sede del Consiglio della Regione Puglia: la protesta

Notizie da leggere

“Da stamattina sono davanti alla sede del Consiglio della Regione Puglia per ribadire a gran voce che nessuno deve morire da solo. Starò qui ad oltranza, con la mia tenda e il mio sacco a pelo, finché migliaia di cittadini non riceveranno risposte certe, in un senso o nell’altro. Rispetto a certi temi, la politica non può voltarsi dall’altra parte”. Così sui social il consigliere regionale, da poco passato nel Gruppo Misto, Antonio Tutolo.

“In altre Regioni sono stati attuati protocolli di sicurezza per consentire la visita ai pazienti in condizioni critiche – spiega Tutolo -. In Puglia, non si sa per quale motivo, questo non è possibile. Eppure, ormai, ci sono le conoscenze, i dispositivi di sicurezza adatti e pure validi protocolli per permettere che ciò avvenga nella massima sicurezza. A questo punto sembra essere diventata più una presa di posizione che un diniego confortato da una ragionevole motivazione”.

“Dopo numerose comunicazioni – prosegue il consigliere -, una mozione che ancora non riesce ad essere discussa in Consiglio Regionale, una proposta di legge presentata insieme ad altri colleghi e diverse iniziative di protesta tutte cadute nel vuoto, ho deciso di tenere un sit-in ad oltranza in via Gentile. Ho portato con me una piccola tenda da campeggio e un sacco a pelo per dire no a questa brutale forma di disumanizzazione sanitaria e difendere il diritto dei pazienti ad essere curati anche con l’amore e l’affetto dei propri cari”.

“Voglio battermi per evitare che si continui a morire da soli, senza nessuno vicino: la trovo una cosa semplicemente assurda e crudele – conclude Tutolo -. La mia protesta durerà finché non riceverò una risposta. Chiedo che il Consiglio si esprima finalmente su questo tema, in un senso o nell’altro, assumendosi la responsabilità delle proprie decisioni. Siamo pagati per questo, del resto”.

AGGIORNAMENTO DELLE 13.25

“Nella mattinata di oggi – scrive Tutolo in una nota – ho avuto un incontro con il vicepresidente della Giunta Regionale, Raffaele Piemontese, il quale si è fatto garante personalmente a che la mia proposta di legge sul tema possa approdare al più presto in III Commissione ed in Consiglio Regionale. In particolare, gli è stata data piena disponibilità sia dal presidente della III Commissione – Sanità, Mauro Vizzino, per portare la PDL in discussione già dalla prossima seduta, sia dal Presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone e da alcuni capigruppo, per inserirla all’ordine del giorno della prima seduta consiliare utile. Ringrazio vivamente il vicepresidente per la sensibilità mostrata e la propensione al dialogo e comunico, pertanto, la sospensione della mia protesta”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche