37.4 C
Comune di Bari
domenica 1 Agosto 2021
Home Attualità “L'Economia della Puglia”, report Bankitalia: nel 2020 persi 13mila posti di lavoro

“L’Economia della Puglia”, report Bankitalia: nel 2020 persi 13mila posti di lavoro

Notizie da leggere

In Puglia, nel 2020, la crisi provocata dal Covid ha ridotto del 10,2% le ore complessive lavorate e, nonostante il blocco dei licenziamenti a livello nazionale, il numero di occupati è calato di 13mila unità: -1% rispetto al -2% della media nazionale. È quanto evidenziato nel report “L’Economia della Puglia” realizzato dalla sede pugliese di Banca d’Italia e presentata oggi in conferenza stampa dal direttore generale, Pietro Sambati.

“La crisi generata dalla pandemia Covid – si legge – ha avuto pesanti ripercussioni sull’economia pugliese. Nel 2020 – è scritto – il numero di ore autorizzate di CIG è stato particolarmente elevato durante i mesi di aprile e maggio e si è poi ridotto nei mesi estivi. Tenendo conto del numero di ore mediamente lavorate nei settori produttivi, si tratta di circa 110.000 occupati equivalenti, pari a poco meno di un decimo del totale degli occupati in regione”.

Nel 2020, inoltre, il reddito disponibile delle famiglie si è ridotto dell’1,4% (-2,7 in Italia). La dinamica dei consumi è stata peggiore di quella del reddito (-11,5%, -11,7 in Italia), determinando un aumento dei risparmi, che ha contribuito ad alimentare la liquidità delle famiglie.

“Secondo le nostre stime – si legge ancora nel report – la crisi ha comportato inoltre un forte aumento della disuguaglianza del reddito da lavoro, che nel 2020 ha raggiunto livelli superiori a quelli toccati a seguito della crisi del debito sovrano. Si è registrata, inoltre, una crescita degli individui in nuclei particolarmente esposti al rischio occupazionale”. Nel 2020 è cresciuto il ricorso al Reddito e alla Pensione di cittadinanza ed è stato introdotto il Reddito di Emergenza. Si stima che le famiglie pugliesi raggiunte da tali misure a dicembre 2020 fossero approssimativamente 140.000, l’8,7% di quelle residenti (11,5% nel Mezzogiorno e 6,1% in Italia). Alle misure precedenti si aggiunge il Reddito di dignità (Red): a fine 2020 risultano presi in carico circa 2.600 nuclei.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche