27.9 C
Comune di Bari
sabato 24 Luglio 2021
Home Attualità Scuola, UIL Puglia: “Chiediamo più certezze. Se non riparte didattica in presenza,...

Scuola, UIL Puglia: “Chiediamo più certezze. Se non riparte didattica in presenza, non riparte il Paese”

Notizie da leggere

“La convocazione è stata tardiva, peraltro giunta in assenza di notizie certe e confortanti in merito alla ripartenza della scuola in presenza”. E’ il commento del segretario generale della Uil Scuola Puglia, Gianni Verga, al termine della riunione del tavolo regionale per la ripartenza della scuola a settembre, tenutasi oggi con l’assessore regionale Sebastiano Leo e il vicario dell’Ufficio scolastico regionale Mario Trifiletti. “La percentuale del 90% di personale docente e Ata vaccinato non rispecchia la realtà – dice Verga – sia perché comprende anche coloro che andranno in pensione il prossimo settembre e sia perché le migliaia di posti vacanti porteranno inevitabilmente nelle scuole un numero rilevante di personale potenzialmente non vaccinato. Una situazione in cui la marcata incertezza rispetto ai presidi sanitari, richiesti a gran voce dalla Uil e mai realmente portati a compimento, continua a farsi sentire”.

“Se la scuola non riparte in presenza, non riparte il Paese” – continua Verga – “I dirigenti scolastici rischiano concretamente di dover fare i conti con classi affollate, ingestibili in ottica di contenimento dei contagi. Gli alunni vaccinati sono ancora al 20% e il piano vaccinale, per la fascia 12-18 anni, partirà il 23 agosto, francamente troppo tardi. Sul piano dei trasporti continuiamo a registrare la mancata convocazione delle organizzazioni sindacali ai tavoli delle Prefetture e la incompleta informazione sullo stesso piano”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche