22.5 C
Comune di Bari
sabato 18 Settembre 2021
Home Attualità Bari, 41 anni dalla strage di Bologna. Decaro: “È passato tanto tempo...

Bari, 41 anni dalla strage di Bologna. Decaro: “È passato tanto tempo ma non conosciamo ancora tutta la verità”

Notizie da leggere

In occasione del 41esimo anniversario della strage di Bologna, questa mattina è stata deposta una corona di fiori sotto la lapide esposta sulla facciata di Palazzo di Città in ricordo delle vittime baresi della tragedia: Sonia Burri, Francesco Cesare Diomede Fresa, Vito Diomede Fresa, Errica Frigerio, Patrizia Messineo, Giuseppe Patruno e Silvana Serravalli.

Alle 10.25, l’ora esatta in cui il 2 agosto del 1980, nella sala d’aspetto della stazione di Bologna, esplose l’ordigno che uccise 85 persone e ne ferì oltre 200, il sindaco Antonio Decaro e i rappresentanti delle istituzioni civili e militari hanno osservato un minuto di silenzio per onorare le vittime.

“Sono passati 41 anni da quella bomba che sconvolse il nostro Paese esplodendo nel cuore di una stazione e di una città che si preparava ad andare in vacanza – ha detto Decaro a margine della cerimonia -. In questi 41 anni abbiamo continuato a ricordare quell’evento drammatico che uccise anche 7 nostri concittadini”.

“Persone uccise dal furore ideologico – ha detto ancora il sindaco -, da trame eversive che intendevano colpire lo Stato, contestare il potere democratico e dimostrare la forza oscura dei gruppi armati che questo Paese stava combattendo con tutte le sue forze in quegli anni drammatici”.

“Su quella strage non è ancora stata fatta piena luce – ha concluso Decaro -. Non conosciamo ancora tutta la verità. E per questo siamo qui: non solo per onorare il ricordo delle vittime, ma per tenere alta l’attenzione sui presìdi delle istituzioni democratiche e per continuare a chiedere a gran voce la verità. Perché la memoria non sia solo passato ma possa diventare futuro”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche