26.6 C
Comune di Bari
domenica 26 Settembre 2021
Home Attualità Panchine della gentilezza, bimbi colorano le piazze contro il bullismo: l’iniziativa a...

Panchine della gentilezza, bimbi colorano le piazze contro il bullismo: l’iniziativa a Noicattaro – FOTO

Notizie da leggere

di Silvia Dipinto

Panchine viola come richiamo alla gentilezza, per dire no alla violenza e al bullismo. Un presidio simbolico in tre piazze di Noicattaro, voluto dai cittadini e dal Comune dopo l’episodio di violenza tra minori avvenuto a maggio scorso che ha sconvolto l’intera comunità. Le panchine viola (inserite nell’elenco nazionale delle ‘panchine della gentilezza’) sono state dipinte a mano dai bambini di Noicattaro, che da giugno a settembre stanno partecipando a laboratori animati di letture, burattini, macramè e origami.

“È un percorso nato dopo gli episodi di bullismo, per risvegliare la comunità e mostrare che a Noicattaro non esiste solo la violenza – racconta Daniela Latrofa, che insieme a Rosalba Magistro ha dato vita al comitato spontaneo di cittadini che hanno lanciato l’iniziativa – La comunità civile ha voluto reagire a questo evento drammatico, e ha sentito la necessità di ripopolare le piazze, che devono rivivere attraverso l’incontro della gente”.

L’idea è stata subito sposata dalla Proloco e dalla sua presidente Rossella Giampetruzzi, insieme al Presidio del libro di Noicattaro guidato da Simona Parisi. Ne è nato un programma, “Spazio viola, spazio di gentilezza”, finanziato dal Comune di Noicattaro, che coi bambini ha sottoscritto il Manifesto delle proposte gentili. Dieci gli appuntamenti organizzati in tre luoghi simbolici della città (piazza San Patrizio, largo Pagano e piazza Vittorio Emanuele III), con letture animate a cura di Marino Caringella, gadget della gentilezza distribuiti ai piccoli presenti, spettacoli di burattini, proiezione di film animazione per promuovere solidarietà, fratellanza, rispetto dell’ambiente.

Il programma è stato condiviso e partecipato dai sindaci di Noicattaro e Rutigliano, Raimondo Innamorato e Giuseppe Valenzano, e dagli assessori noiani Germana Pignatelli e Vito Santamaria. “Dopo il laboratorio di macramè alcuni portavasi in corda sono stati danneggiati – racconta Daniela Latrofa – ma non ci scoraggiamo e sarebbe bello riproporre nella prossima stagione i laboratori”. Durante ogni evento i bambini hanno potuto scambiare libri col booksharing.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche