23.8 C
Comune di Bari
martedì 28 Settembre 2021
Home Attualità Bari, pedane per ristoranti da smantellare il 15 settembre. Il Comune: “Servono...

Bari, pedane per ristoranti da smantellare il 15 settembre. Il Comune: “Servono posti auto” – VIDEO

Notizie da leggere

I tempi stringono. Il prossimo 15 settembre tutti i ristoratori che hanno approfittato della possibilità di montare parklet all’esterno dei propri locali per risollevare le attività dalla stangata Covid dovranno smantellare tutto. Il termine è fissato già da tempo e a Palazzo di Città pare che la volontà rimanga quella di non procedere a proroga alcuna.

Il ragionamento che arriva da corso Vittorio Emanuele è semplice: la città torna a riempirsi, le scuole stanno per riaprire e c’è necessità che tutti i posti auto siano utilizzabili. Le famose pedane, infatti, sono state montate occupando proprio gli stalli dedicati alle macchine. E se è vero che i numeri, nel capoluogo pugliese, non sono particolarmente significativi è contestualmente innegabile che rinunciare ai tavolini all’aperto, per tanti esercenti, sarà un ulteriore problema.

Un esempio arriva dal municipio II. In viale Concilio Vaticano, Donato Attolico, titolare della braceria Mangiafuoco è tra coloro che hanno usufruito dei parklet, montando pedane e arredi su alcuni posti per motociclette – l’equivalente di due stalli per auto – per un valore di circa 4mila euro. Tutte spese a suo carico.

“I costi delle pedane sono stati ammortizzati – spiega Attolico – ma di certo i mancati introiti del lockdown no”. Da qui la richiesta, arrivata anche da altri esercenti, di prorogarne l’utilizzo. “Sono anche disposto a pagare un canone”, continua Attolico. Anche perché, con il distanziamento sociale, e senza la possibilità di tavolini all’aperto, i posti rimasti all’interno rappresenterebbero un misero 40% della capienza a pieno regime. Come lui, anche altri nella città di Bari.

Sono circa una quindicina le attività che hanno optato per questa opzione. Pochi nel municipio V, solo uno per un totale di due posti auto. Quattro esercizi per 5 posti nel municipio II, 2 pedane per quattro stalli nel municipio IV. Sei, infine, nel municipio I per un totale di sei posti autorizzati, ma – commenta il presidente Leonetti – gli abusivi sono molti di più.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche