15.5 C
Comune di Bari
sabato 16 Ottobre 2021
Home Attualità Riapertura discoteche al 35%, l’ex Divinae Follie: “Così costretti ad aumentare i...

Riapertura discoteche al 35%, l’ex Divinae Follie: “Così costretti ad aumentare i prezzi” – VIDEO

Notizie da leggere

Riaprire le discoteche al 35% della capienza massima significa scaricare sugli utenti le perdite, e dunque aumentare il costo dei biglietti. È quanto vogliono evitare i titolari delle sale da ballo pugliesi, che promettono di continuare la mobilitazione, dopo due anni di chiusura. Il nuovo decreto del Consiglio dei ministri dovrebbe arrivare oggi pomeriggio, giovedì 7 ottobre, sul tavolo del Cdm. Ma l’ipotesi del Comitato tecnico scientifico di riapertura col green pass e al 35% al chiuso (50% all’aperto) per le discoteche, l’unico luogo a non aver mai riaperto, non piace ai sindacati e agli imprenditori del settore.

“È l’inizio di una discussione ma non basta – denuncia Roberto Maggialetti, titolare del DF (ex Divinae Follie) disco di Bisceglie -. Siamo chiusi da due anni e questo provvedimento sarebbe solo un palliativo”.

Al Divinae, per esempio, lavorano a regime 150 persone. “Una capienza così restringente non permette la ripartenza economica – dice Maggialetti – e questo può rappresentare un problema per i dipendenti, fermi da due anni, ma anche per i clienti. Non vogliamo scaricare sul consumatore questo problema: non sarebbe giusto e produttivo aumentare il costo del biglietto, avremmo ulteriori ripercussioni”. Il Divinae Follie riaprirà appena arriverà il via libera dal Governo: per l’accesso sarà richiesto il green pass.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche