13.4 C
Comune di Bari
giovedì 9 Dicembre 2021
Home Attualità Scuola, fragili e l'aiuto dei medici di base: il piano dell'Asl Bari...

Scuola, fragili e l’aiuto dei medici di base: il piano dell’Asl Bari per le terze dosi di vaccino

Notizie da leggere

Operatori scolastici, soggetti fragili e il rinforzo in arrivo dalla medicina generale. Sono i filoni principali del piano che la ASL Bari ha messo a punto per proseguire la campagna dei richiami anti-Covid, in linea con quanto stabilito dalla struttura commissariale e dalla Regione Puglia per allargare l’offerta vaccinale alla popolazione dai 40 anni in poi.

L’avvio della campagna dedicata agli operatori scolastici, docenti e non, consente di entrare in una fase cruciale per raggiungere progressivamente le fasce d’età e le diverse categorie per le quali è attualmente previsto il richiamo ad almeno sei mesi dall’ultima vaccinazione. Cinque le prime scuole coinvolte oggi a Bari per complessive 150 terze dosi: liceo Salvemini, liceo Bianchi Dottula, Cpa, 26esimo circolo didattico e liceo Scacchi – per un totale di 311 istituti scolastici (oltre agli istituti paritari) presenti su tutto il territoriale provinciale.

È partita parallelamente la distribuzione dei vaccini anti Covid ai medici di Medicina generale che daranno ulteriore spinta al proseguimento della campagna vaccinale per assicurare i richiami ma anche per recuperare ancora prime somministrazioni di vaccino, attraverso una attività di sensibilizzazione assistito per assistito con l’obiettivo di incentivare le adesioni.

Trecento i flaconi di vaccino – per un totale di 1800 dosi – consegnati in giornata ai medici nelle sedi dei distretti socio sanitari di Altamura e Putignano. Domani nel pomeriggio saranno i medici di Medicina generale di Bari a ricevere i primi flaconi nella sede del Distretto unico nel quartiere Japigia per dare avvio alle somministrazioni nel proprio studio o a domicilio. In linea con il piano concordato con il Nucleo operativo vaccini aziendale della ASL, i medici di famiglia stanno contattando i propri assistiti per acquisirne la disponibilità e stanno facendo richiesta delle dosi necessarie ai distretti di appartenenza.

Una quota importante di terze dosi è stata appannaggio della popolazione più esposta al rischio: anziani, soggetti vulnerabili per patologia e malati rari.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti