9.1 C
Comune di Bari
sabato 29 Gennaio 2022
HomeAttualitàCovid in Puglia, +23% in 7 giorni. Montanaro sui vaccini ai bimbi...

Covid in Puglia, +23% in 7 giorni. Montanaro sui vaccini ai bimbi nelle scuole: “Ecco come” – VIDEO

Notizie da leggere

Oggi in Puglia si registrano due morti e 596 nuovi casi Covid per un tasso di positività del 2,4% sui 24.441 test giornalieri processati (in aumento rispetto al 2,24% di eiri). La maggioranza dei contagi è stata individuata nelle province di Bari (183), Foggia (132) e Lecce (111). Gli attualmente positivi sono 6.114: 126 persone sono ricoverate in area non critica (ieri 131) e 27 in terapia intensiva (ieri 24).

A certificare il costante aumento dei contagi in Puglia, arriva anche il report settimanale della fondazione Gimbe: nella settimana dall’8 al 14 dicembre, si è registrato un +22,7% rispetto a sette giorni prima. Peggiora anche l’indice relativo ai casi attualmente positivi ogni 100mila abitanti, salito a 141.

“L’impennata era attesa – spiega il direttore del dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro – speriamo di tenerla sotto controllo. Per ora all’impennata di casi corrisponde un numero davvero poco rilevante di ricoveri. E questo è molto importante”.

Sui primi casi Omicron in Puglia, Montanaro rassicura: “Basta porre in essere le misure che l’Iss e il comitato scientifico ci hanno comunicato, noi siamo molto attenti. I dipartimenti di prevenzione hanno sviluppato una capacità di tracciamento e circoscrizione del rischio che sta dando grandi risultati”.

Infine una battuta anche sull’avvio della campagna vaccinale per i bambini. “Questa fascia di età – ha detto Montanaro – inconsapevolmente è veicolo del virus, quindi un pericolo per genitori e per i nonni, soprattutto in questo periodo in cui presumibilmente si starà in famiglia. Ecco perché è importante che i bambini siano vaccinati”.

Sui vaccini nelle scuole. “Se il bambino è in età scolare, tra i 5 e gli 11 anni – spiega Montanaro – sebbene la sua scuola d’appartenenza non abbia dato la disponibilità, ci sono le altre scuole della città.  Ci si presenta a sportello, senza alcuna prenotazione da effettuare, e il bambino fa il vaccino. Questo, ovviamente, se il bambino non è portatore di patologie particolari per le quali, o in seguito delle quali, deve vaccinarsi in ospedale o in uno dei centri dedicati”.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!