9.1 C
Comune di Bari
sabato 29 Gennaio 2022
HomeAperturaNuovo sottopasso all'Executive, via i lavori nel 2022: demolito e ricostruito il...

Nuovo sottopasso all’Executive, via i lavori nel 2022: demolito e ricostruito il ponte Omodeo

Notizie da leggere

Il ponte di via Omodeo sarà abbattuto e ricostruito entro il 2027. Per farlo, però, sarà prima realizzato un nuovo sottopasso (scadenza prevista 2025) di collegamento tra San Pasquale e Japigia all’altezza dell’Executive center, il cui cantiere partirà alla fine del prossimo anno. Prima del 2027, dunque, i due quartieri raddoppieranno e rinnoveranno i collegamenti. Le opere saranno realizzate nell’ambito dei lavori del ‘nodo ferroviario di Bari’: a sud della città saranno spostati infatti i binari delle Rete ferroviaria italiana, che si muoveranno paralleli all’attuale tracciato delle Sud Est.


All’interno del maxi-progetto di spostamento dei binari, è contenuto il piano per raddoppiare i collegamenti tra Japigia e San Pasquale, che ora ha anche una tabella di marcia più definita. Si parte con la realizzazione del sottopasso che unirà via Diomede Fresa (zona Executive Center) a viale San Pio, a Japigia. Per costruirlo – spiega l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bari, Giuseppe Galasso – sarà allargata via Fresa, grazie all’acquisizione di un’area demaniale all’interno dell’ex caserma Magrone. Si tratta di un’opera sostitutiva, che però poi rimarrà a disposizione della città.


I lavori dovrebbero partire tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023. La nuova viabilità passerà sotto i binari da via Fresa, per riemergere a Japigia all’altezza di via San Pio, all’angolo con via Cavalieri di Vittorio Veneto. Le auto provenienti da San Pasquale, dunque, potranno attraversare via Vittorio Maggiore e immettersi su via Caldarola (angolo via Salapia) attraverso una delle nuove rotatorie realizzate, provviste anche di pista ciclabile. Il cantiere per ultimare il sottopasso carrabile e con pista ciclabile bidirezionale dovrebbe durare un anno, massimo un anno e mezzo – ipotizza Galasso – e dunque concludersi entro il 2025.


Una volta pronto il sottopasso, sarà possibile chiudere al traffico il ponte di via Omodeo, per demolirlo e ricostruirlo. “Oggi il ponte sovrasta due binari – spiega Galasso – mentre la futura infrastruttura dovrà permettere il passaggio di quattro binari. Il nuovo ponte sarà realizzato a quattro corsie, con spartitraffico adeguato agli attuali standard, diversi da quelli di sessant’anni fa, epoca in cui è stato costruito il ponte”. Avrà una pista ciclabile in una direzione e nell’altro senso di marcia un marciapiede pedonale più ampio, senza commistione per separare i flussi. La ciclabile sarà in continuità con i percorsi per ciclisti di via Magna Grecia e via Amendola, al servizio – tra gli altri – degli studenti del Campus. Rfi conta di inaugurare la nuova tratta ferroviaria entro il 2027, anno in cui presumibilmente sarà pronto anche il nuovo ponte di via Omodeo.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!