20.5 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

domenica 22 Maggio 2022
HomeAttualitàCampagna vaccinale per fragili va a rilento, nel Barese restano aperti solo...

Campagna vaccinale per fragili va a rilento, nel Barese restano aperti solo tre centri

Notizie da leggere

Con la fine dell’emergenza sanitaria proclamata dal Governo centrale il 31 marzo scorso, anche i punti vaccinali di popolazione si sono andati riducendo in Puglia e nelle altre regioni italiane.

L’ASL Bari ha reso noto che dal 1° maggio resteranno aperti solo tre hub vaccinali in tutta l’Area metropolitana. Si tratta del centro allestito nella scuola “Falcone-Borsellino” di Catino, in via delle Azalee, unico nel capoluogo, di quello di Grumo Appula, in via della Repubblica, e del punto di vaccinazione di Sammichele di Bari.

Il primo resterà aperto lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì mattina dalle 9.00 alle 12.00, mentre al martedì ci sarà servizio assicurato all’utenza anche in fascia pomeridiana dalle 15.00 alle 17.00.

A Grumo Appula il centro vaccinale sarà invece aperto il lunedì dalle 9.00 alle 12.30 ed il giovedì anche dalle 15.00 alle 18.30. Infine a Sammichele di Bari si potrà accedere all’hub di via della Repubblica lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30, mentre il martedì le somministrazioni di siero anti-Covid saranno assicurate anche al pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00.

In un periodo di forte impasse della campagna vaccinale a favore degli over 60 fragili e degli over 80, la scelta di chiudere altri quattro centri in tutta la ex provincia barese resta difficilmente spiegabile se non con una razionalizzazione delle risorse umane in campo da ormai due anni.

I pazienti fragili, è bene ricordarlo, possono ricevere la quarta dose anche attraverso centri specializzati e medici di famiglia.

In particolar modo si registrano mugugni e disagi nei comuni del Nord Barese che, con la chiusura dell’ultimo centro allestito nel PalaChicoli di Terlizzi, vedranno la loro utenza necessariamente riversarsi verso il capoluogo.

L’auspicio espresso da tanti cittadini è che a settembre, con la probabile e forse necessaria campagna a tappeto per le quarte dosi, magari con vaccino aggiornato come paventato da molti virologi di fama, alcuni hub tornino a funzionare a pieno regime, assicurando una copertura capillare dell’utenza entro l’inverno.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!