9.4 C
Comune di Bari
sabato 29 Gennaio 2022
HomeApertura“Non aveva patologie”, Molfetta sotto shock per la morte di Doriana: la...

“Non aveva patologie”, Molfetta sotto shock per la morte di Doriana: la tragedia dal dentista a Corato

Notizie da leggere

Si chiamava Doriana Scardigno ed era di Molfetta la donna di 42 anni morta nella serata di ieri in uno studio dentistico a Corato. La donna, architetto e molto conosciuta nelle due città, ha perso la vita sulla poltrona dell’odontoiatra, dopo essersi sentita male. Non aveva, almeno secondo le informazioni raccolte da amici e parenti, patologie pregresse conosciute. Vani sono stati i soccorsi del personale del servizio 118 che ha provato a rianimarla per 40 minuti. Il suo cuore aveva smesso di battere.

“Godeva di buona salute, era una donna molto attiva, andava in palestra, una stimata professionista in carriera. La sua è una morte davvero inspiegabile”. A parlare è l’avvocato Andrea Calò, che assiste i genitori, la sorella e il marito di Doriana Scardigno.

Sulla vicenda la Procura di Trani ha aperto un’indagine per omicidio colposo e ha disposto l’autopsia, che sarà eseguita il 18 gennaio nel Policlinico di Bari dal medico legale Antonio de Donno. Come atto dovuto, sono stati iscritti nel registro degli indagati il medico dentista e l’assistente alla poltrona. “Nomineremo un consulente di parte – dice il legale della famiglia della vittima -. Non possiamo azzardare ipotesi per il momento, aspettiamo l’autopsia per capire cosa è successo, ma andremo fino in fondo. Sicuramente la circostanza strana è che tutto si sia consumato in maniera così fulminea in ambiente medico protetto”.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!