22.5 C
Comune di Bari
sabato 18 Settembre 2021
Home Politica Puglia, dopo 8 anni reintrodotta liquidazione per consiglieri. Laricchia (M5S): "Scandaloso"

Puglia, dopo 8 anni reintrodotta liquidazione per consiglieri. Laricchia (M5S): “Scandaloso”

Notizie da leggere

“A far data dal primo gennaio 2013, a coloro che hanno ricoperto le cariche di consigliere regionale o di componente della Giunta regionale, spetta l’assegno di fine mandato anche se cessati dalla carica nel corso della legislatura. L’indennità non spetta in caso di annullamento dell’elezione”.

È quanto inserito in un emendamento, firmato da tutti gli otto capigruppo del Consiglio pugliese e approvato in Aula durante l’ultima sessione prima della pausa estiva. L’emendamento reintroduce il diritto, abolito otto anni fa, ad una sorta di liquidazione per i consiglieri regionali pugliesi.

“L’ammontare dell’indennità – si legge – è fissato nella misura dell’ultima mensilità dell’indennità di carica lorda percepita moltiplicata per ogni anno di effettivo esercizio del mandato”.

Contro l’emendamento approvato si è scagliata la consigliera regionale del M5S, Antonella Laricchia, assente per motivi personale durante il Consiglio regionale: “Trovo scandaloso – dice – aver reintrodotto dopo 8 anni la liquidazione per i consiglieri regionali, per giunta con un emendamento presentato all’ultimo momento in Aula. Se fossi stata presente durante quella seduta avrei votato no e avrei denunciato quanto stava accadendo. L’unanimità di cui si parla è quella dei consiglieri presenti, ma io non ero tra quelli. Già nella scorsa legislatura avevano provato a reintrodurre il trattamento di fine mandato, non riuscendoci. Non si tratta di una normale liquidazione, come stanno cercando di far passare, dal momento che i soldi saranno versati solo dalla Regione, mentre normalmente sono i lavoratori ad accantonare una quota mensile del loro stipendio per il Tfr”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche