20.5 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

domenica 22 Maggio 2022
HomePoliticaStrappo definitivo con Emiliano, Lopalco lascia il gruppo CON: "No a populismo...

Strappo definitivo con Emiliano, Lopalco lascia il gruppo CON: “No a populismo e trasformismo”

Notizie da leggere

Nuovo strappo tra l’epidemiologo Pierluigi Lopalco e il governatore Michele Emiliano. Dopo l’ingresso nel gruppo “Con Emiliano” dell’ex capogruppo di Forza Italia, Stefano Lacatena, Lopalco ha annunciato il suo addio proprio a “Con”, entrerà a fare parte del gruppo Misto.

“Ho lasciato la mia posizione di assessore – spiega Lopalco – perché non me la sentivo di accettare scelte mosse da un atteggiamento populista. Ora lascio il gruppo Con perché non riesco davvero, neanche con la più grande buona volontà, ad accettare il trasformismo come una regola di governo. Populismo e trasformismo sono i mali della politica italiana che hanno allontanato sempre di più i cittadini dalla politica, minando le basi stesse della nostra democrazia. Capisco che il consenso sia importante per governare. Ma il consenso deve scaturire da azioni di buon governo. Non da continue manovre di Palazzo. La chiamano politica, ma è solo una imbarazzante e spregiudicata serie di manovre finalizzate ad aumentare la base elettorale”.

Lopalco era stato candidato da Emiliano nella lista Con, risultando il più votato nella circoscrizione di Bari. Nominato assessore alla Sanità nell’ottobre del 2020, un anno dopo ha lasciato per screzi con lo stesso Emiliano.

“Avevo abbracciato l’idea del civismo – dice Lopalco oggi – come una opportunità per il cittadino di mettersi in gioco. La lista civica ha senso quando chi ha delle competenze le mette a disposizione della comunità anche al di fuori di uno schema rigido di partito. Ma le liste civiche non possono diventare il carrozzone su cui salire alla bisogna e, soprattutto, non possono esaurire il loro ruolo in quello di una spregiudicata macchina elettorale”.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!