11.8 C
Comune di Bari
mercoledì 26 Gennaio 2022
HomeAperturaTamponi di controllo, in Puglia cambiano le regole per la prenotazione: ecco...

Tamponi di controllo, in Puglia cambiano le regole per la prenotazione: ecco come funzionerà

Notizie da leggere

Oltre 50mila persone attualmente positive in Puglia destinate per la stragrande maggioranza a negativizzarsi nei prossimi giorni. L’indicazione arrivata sia dal Governo che dal Ministero di poter certificare l’avvenuta guarigione anche soltanto con un test antigenico eventualmente effettuato in un centro privato.

E’ attesa in queste ore la conferma da parte della regione Puglia dell’indicazione arrivata da Roma per alleggerire il carico di tamponi di controllo abbattutosi sui dipartimenti di prevenzione delle ASL.

A seguito dell’infezione da Covid è necessario un tampone negativo infatti per avere l’ok dalla ASL e poter uscire formalmente dall’isolamento, così come previsto dalle norme anticontagio, anche prima dei 21 giorni, periodo massimo indicato per le persone che non presentino più i sintomi della malattia. Una previsione rimodulata dall’ultimo decreto del 30 dicembre ma non ancora recepita in gran parte delle regioni, Puglia compresa, col risultato paradossale di vedere persone bloccate a casa nonostante la guarigione (o peggio ancora l’asintomaticità) e sebbene vaccinate già con terza dose.

Secondo un accordo che sarà ratificato entro il prossimo lunedì, infatti, tutti i centri convenzionati autorizzati all’attività di testing, siano essi laboratori o farmacie, potranno eseguire il tampone ai soggetti asintomatici o che risultino senza sintomi, previa richiesta dematerializzata di test generata automaticamente dal sistema informatizzato regionale e inviato all’utente tramite mail o sms. Così come previsto dal governo. La rilevata negatività sarà comunicata alle ASL per il via libera all’uscita dall’isolamento.

Diversamente per i soggetti sintomatici è stato individuato un ulteriore canale:  proprio questo pomeriggio è stato definito infatti un accordo con i medici di famiglia ai quali spetterà il compito di generare la richiesta di tampone di controllo. Un’attività che si affiancherà ovviamente a quella di assistenza medica eseguita durante il periodo di malattia.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!