22.2 C
Comune di Bari
martedì 18 Maggio 2021
Home Attualità Giornata contro la violenza sulle donne a Bari, Decaro: “Smettiamola di voltarci...

Giornata contro la violenza sulle donne a Bari, Decaro: “Smettiamola di voltarci dall’altra parte”

Notizie da leggere

“Alle loro storie drammatiche e alle storie di tante donne che muoiono per mano di uomini violenti, alle donne che continuano a subire gesti o parole violente, a tutte le donne, bambine, ragazze, di ogni età, credo politico e religioso, noi dobbiamo il nostro impegno quotidiano fatto di ascolto, aiuto, diritti e tutele”. Lo scrive su Facebook il sindaco Antonio Decaro, nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, precisando che “non basta convincere a denunciare se poi tutti ci voltiamo dall’altra parte”.

“Non basta un segno rosso sul viso o un post sui social network per metterci in pace con la coscienza – aggiunge il primo cittadino -, se poi ogni giorno in prima persona non facciamo qualcosa per aiutare chi è vittima, chi ha paura, chi non riconosce la violenza, chi finisce per accettarla”.

“Oggi – sottolinea Decaro – è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, è giusto ricordarlo, come è giusto non dimenticare che la violenza sulle donne esiste ogni giorno e ogni giorno dobbiamo essere in prima linea per far sì che le donne si sentano abbastanza forti da dire mai più”.

Nella giornata di oggi l’amministrazione comunale ha promosso una serie di appuntamenti per ricordare le vittime di femminicidio e sensibilizzare l’opinione pubblica su questo fenomeno drammatico, in crescita costante, aggravato dalle restrizioni legate all’emergenza sanitaria.

Alle ore 10, all’interno del Teatro Petruzzelli, il sindaco Antonio Decaro, il prefetto Antonella Bellomo, il sovrintendente della Fondazione Petruzzelli Massimo Biscardi, la segretaria CGIL Bari Gigia Bucci e i familiari di Anna Costanzo hanno assistito allo scoprimento di una targa in memoria di Anna Costanzo. Alle ore 11 l’assessora alle Culture Ines Pierucci e la consigliere municipale Loredana Battista hanno deposto una corona di fiori nel giardino intitolato a Palmina Martinelli, a Poggiofranco, all’interno del quale una delle sedute esistenti è stata dipinta di rosso. Alle ore 12 l’assessora al Wefare Francesca Bottalico e il presidente consigliere municipale Antonio De Stasio hanno deposto una corona di fiori presso la targa stradale di via Santa Scorese, a Palese Macchie, dove la cabina dell’Enel sottostante è stata dipinta di rosso. Alle 12.30, infine, l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone e il consigliere municipale Giuseppe Balzano hanno assistito allo scoprimento della targa nel giardino intitolato Chiara Brandonisio e Vittime del femminicidio a Ceglie del Campo.

Così facendo l’amministrazione ha voluto non solo rendere omaggio alla memoria di queste donne, ma anche ribadire l’importanza della costruzione di una nuova cultura rispettosa delle differenze di genere e nemica di ogni discriminazione. Sempre questa mattina, in collaborazione con la CGIL Bari, sono state dipinte di rosso le due panchine davanti all’ingresso della ripartizione Servizi alla persona in piazza Chiurlia, a Bari vecchia. La scelta del rosso simboleggia il sangue versato dalle vittime: per questo anche i fiori utilizzati per le corone sono rossi.

Da questa mattina, inoltre, sul sito istituzionale del Comune di Bari è disponibile la mappa che riporta i luoghi della città dedicati alle vittime di femminicidio e i servizi offerti dal Comune, in rete con altri enti e associazioni, per contrastare la violenza sulle donne e promuovere percorsi di ascolto, presa in carico ed emancipazione delle vittime. La mappa riporta anche i numeri utili e gli indirizzi di tutti i punti d’interesse, fatta eccezione per la localizzazione delle due case rifugio che accolgono donne vittime di violenza i cui indirizzi, ovviamente, devono restare sconosciuti.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche