16.8 C
Comune di Bari
sabato 16 Ottobre 2021
Home Attualità Murales al San Paolo, ecco il disegno dedicato a Maria: vittima innocente...

Murales al San Paolo, ecco il disegno dedicato a Maria: vittima innocente di un proiettile di mafia – FOTO

Notizie da leggere

“Il San Paolo diventerà il quartiere dei murales”. Così a luglio del 2020, in diretta su Telebari, il sindaco Antonio Decaro. Il progetto di street art, finanziato dalla Regione Puglia e presentato ufficialmente tre mesi fa, riguarda le palazzine di edilizia popolare dell’Arca. La settimana scorsa, con artisti di fama anche internazionale arrivati a Bari per l’occasione, sono partiti i primi lavori sulle facciate dei palazzi. Cinque delle dieci opere sono già pronte. E tra queste ce n’è una, dal valore altamente simbolico, che lega a filo doppio il progetto alla storia del quartiere.

“Si tratta del murales dedicato a Maria. A lei e a tutte le donne vittime di violenza”, spiega Umberto Carli, consigliere Municipio III. Il cognome di Maria è Colangiuli, uccisa 21 anni fa da un proiettile vagante proprio al quartiere San Paolo, in via degli Abruzzi. “Era a casa, in veranda, al momento della sparatoria tra malviventi – ricorda il consigliere -. Una tragedia che il quartiere non potrà mai dimenticare. Così, dopo un confronto tra i residenti e l’artista Chekos, si è deciso di rendere omaggio alla sua memoria anche con un murales”.

Il nuovo Quartiere Museale San Paolo, oltre allo storico mega disegno dedicato a San Nicola, avrà dunque altre dieci maxi opere. “Da via Miglionico alle traverse di via Giacomino Pugliese e via Saverio Altamura sarà davvero uno spettacolo – assicura Carli -. Oltre a quella raffigurante simbolicamente Maria, proprio lì accanto, è stata ultimata anche un’opera dedicata alla forza dell’acqua. Nelle prossime ore poi saranno pronti anche i disegni pensati per i concetti di ‘metamorfosi e cambiamento’ e un’opera davvero particolare legata a 15 storie intercettate su Wikipedia”.

In cantiere, poi, ci sono un grande angelo e un bambino. Le altre raffigurazioni, al momento, sono top secret ma entro il 15 ottobre, maltempo permettendo, tutte le opere saranno pronte. “Faremo una bella festa – assicura Carli -. La speranza è che in questo contesto di innovazione, come già denunciato agli organi competenti, possa essere ripulita anche la grande area verde, sempre di proprietà Arca Puglia, attualmente sede di erbacce, rifiuti e deiezioni canine. In tutta questa ‘nuova’ bellezza, quella zona è davvero un pugno in un occhio”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche