9.1 C
Comune di Bari
sabato 29 Gennaio 2022
HomeAttualitàCovid a Bari, allarme Asl: 780 casi per 100mila abitanti. Prima di...

Covid a Bari, allarme Asl: 780 casi per 100mila abitanti. Prima di Natale erano 122

Notizie da leggere

Forte aumento dell’incidenza delle nuove positività anche nella settimana tra il 27 dicembre e il 2 gennaio. Il dato allarmante emerge dal monitoraggio della Asl: nel Barese il tasso settimanale si attesta a quota 660,4 per 100mila abitanti, con una crescita del 160,2% rispetto al periodo precedente. Una tendenza confermata anche dall’incidenza calcolata al 5 gennaio, pari a 780 casi per 100mila abitanti. Prima di Natale, il 23 dicembre, il tasso era di 122 casi per 100mila abitanti.

A Bari città nel periodo compreso tra il 27 dicembre e il 2 gennaio sono state riscontrate 2.410 nuove positività, contro le 954 della settimana presedente ed i 336 nuovi casi riscontrati nei sette giorni compresi tra il 13 ed il 19 dicembre: una escalation senza precedenti.

In questo contesto, la campagna anti Covid “sta profondendo il massimo sforzo per garantire la protezione del vaccino al maggior numero possibile di persone – spiegano dalla Asl – con i richiami dai 16 anni in su e con la prima dose per la fascia d’età tra 5 e 11 anni”. Negli ultimi sette giorni è stato superato il traguardo di 2,5 milioni di dosi somministrate nei centri vaccinali dell’Area metropolitana di Bari. Più di 1 milione e 44mila residenti di Bari e provincia hanno ricevuto la prima dose, poco più di 1 milione e 16mila hanno completato il ciclo vaccinale e i richiami “booster” viaggiano velocemente verso le 500mila dosi.

Le coperture vaccinali sono già molto elevate e con i richiami vengono ulteriormente rafforzate. Il 92% dei residenti over 12 ha ultimato il ciclo vaccinale primario, una percentuale che sale al 97% tra gli over 50, e il 66% dei cittadini over 16 vaccinabili (con ciclo completato da almeno 5 mesi) ha anche ricevuto la dose “booster”. Particolarmente protette le persone più anziane: il 77% dei settantenni ha già fatto la terza dose, così come l’88% degli ultraottantenni. La campagna vaccinale sta dando ottimi risultati anche tra i più piccoli da 5 a 11 anni. Sono infatti circa 21.500 le bambine e i bambini di Bari e provincia vaccinati con prima dose.

“Segnali confortanti della consapevolezza delle giovani generazioni, oltre che delle famiglie, rispetto all’importanza della vaccinazione nel contrasto alla pandemia – concludono dalla Asl -. Stesso senso civico, data la veloce diffusione della variante Omicron, è richiesto nell’applicazione delle regole di prevenzione alla vita quotidiana, all’aperto e al chiuso, in contesti abitativi e sui luoghi di lavoro”.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!