32 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

martedì 24 Maggio 2022
HomeAttualitàLidi a sud di Bari, il piano estate: "Prezzi bloccati e ombrelloni...

Lidi a sud di Bari, il piano estate: “Prezzi bloccati e ombrelloni comunque distanti”

Notizie da leggere

Abbonamenti andati a ruba, prezzi bloccati senza aumenti e ancora distanziamento. Sono le parole d’ordine della prossima estate sulle coste a Sud di Bari. Tre punti comuni a molti impianti balneari che – da Mola a Monopoli – dominano la costa adriatica nelle estati pugliesi.

I gestori dei lidi hanno preferito puntare sulla fedeltà dei bagnanti, dedicando a loro vie preferenziali per riconfermare gli abbonamenti stagionali (al Lido San Francesco di Bari già sold out, leggi qui). Stessa spiaggia stesso mare, quindi, per migliaia di famiglie che scelgono ancora una volta il lido di fiducia, trovando il listino prezzi lì dove lo avevano lasciato. I gestori dei beni demaniali hanno deciso di non applicare aumenti di prezzo nonostante i rincari di gas, acqua ed elettricità. Una scelta condivisa dai professionisti del settore intervistati da Telebari.

La prima estate fuori dallo stato d’emergenza Covid poi non farà cambiare i parametri di sicurezza e di distanziamento sociale: nonostante le ultime linee guida del Ministero della Salute non facciano menzione alle distanze tra le varie postazioni (leggi qui), i gestori balneari hanno scelto di mantenere i 10 metri quadrati previsti dalle normative anti Covid a garanzia del benessere della clientela.

LIDO CALARENA – COZZE (MOLA DI BARI)

Il lido a Cozze – frazione di Mola di Bari – vanta una clientela consolidata, tanto da privilegiare le riconferme dei precedenti abbonati. La campagna per il tesseramento stagionale è stata inaugurata il 23 aprile e, fino all’8 maggio, verrà dedicata alla ricostruzione del vecchio pacchetto clienti in vista dell’apertura il 2 giugno 2022.

Prezzi invariati rispetto l’estate 2021: abbonamenti stagionali (ingresso, ombrellone e due scelte tra sdraio e lettino) tra 1800 e 1500 euro.

Lo stato di emergenza Covid ha costretto la struttura a rivedere il piano economico; maggior distanza tra le postazioni ha comportato minori ingressi potenziali ma la direzione è ferma nella propria posizione: “anche se per noi è una contrazione dei guadagni, è meglio assicurare il benessere e la sicurezza dei nostri clienti”.

LIDO CALA PARADISO – MONOPOLI

A poco più di 20 chilometri di distanza, a Monopoli, anche Lido Cala Paradiso condivide le scelte delle altre strutture. Anche qui nessun aumento di prezzi rispetto l’estate 2021: in bassa stagione un ombrellone e due lettini restano a 25 euro nei giorni feriali e 30 euro nel fine settimana.

Non si è resa necessaria l’apertura di una vera e propria campagna di abbonamenti in quanto il lido monopolitano gode di “storici” clienti a cui vengono riservati ingressi stagionali e che hanno già riconfermato la loro presenza anche per questa estate.

In vista dell’inizio della stagione in programma il primo maggio (leggi qui), Cala Paradiso ha scelto di mantenere invariate le distanze tra gli ombrelloni, al fine di garantire un sereno soggiorno agli avventori. A meno di una settimana dall’apertura ufficiale, la spiaggia ha già ospitato numerosi bagnanti che hanno approfittato della godevole giornata del 25 aprile per il primo bagno del 2022. Questo è stato possibile in quanto l’accesso a Lido Cala Paradiso è sempre libero e gratuito.

LIDO LE MACCHIE – CAPITOLO (MONOPOLI)

Un happy hour in spiaggia per riabituare i piedi alla sabbia. Con questa iniziativa – il 25 aprile – Lido Le Macchie ha presentato “Tutta un’altra storia”, evento con musica e tipicità culinarie pugliesi. Un grande successo in termini di pubblico che, al momento, non si rispecchia nell’esiguo numero di abbonamenti stagionali.

A Lido Le Macchie due lettini ed un ombrellone costano 2000 euro, prezzo stabile rispetto gli anni precedenti. Confermata anche la politica di elasticità nelle tariffe giornaliere: nel mese di giugno un ingresso (compreso di sdraio) può costare dai 5 ai 10 euro a seconda del giorno della settimana (feriale, festivo o weekend) ma anche dalle condizioni meteo.

Nella prima estate fuori dall’emergenza Covid poi, anche Lido Le Macchie conferma il trend che porta i gestori di beni demaniali a non ridurre la distanza tra gli ombrelloni: “Abbiamo due aree – spiega il titolare dello stabilimento –. Nella prima manteniamo la distanza che fino allo scorso anno ci veniva richiesta dalla Capitaneria di Porto in base al DPCM. La seconda con una distanza addirittura maggiore, per dare maggiore confort ai clienti”.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!