13.6 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

venerdì 2 Dicembre 2022
HomeAttualitàAborto, in Puglia 81% dei medici è obiettore. In arrivo pillola a...

Aborto, in Puglia 81% dei medici è obiettore. In arrivo pillola a Monopoli, Corato e Altamura

Notizie da leggere

In Puglia otto ginecologi su dieci praticano l’obiezione di coscienza. E questo nonostante la pillola Ru486 sia distribuita e usata a Bari da 11 anni, per primi in Italia. Sono due temi di grande riflessione, nei giorni in cui a livello nazionale si sono scatenate le proteste sull’applicazione della legge 194 e per difendere il diritto all’aborto libero.

La situazione in Puglia è fotografata dai dati del Ministero della Salute. Il Policlinico di Bari è stato il primo ospedale italiano a somministrare la pillola nel marzo del 2010 ad una ragazza di 25 anni. Attualmente in provincia di Bari viene utilizzata negli ospedali San Paolo e Di Venere-Triggiano, ma a breve, fa sapere l’Asl all’ANSA, sarà disponibile anche nelle strutture di Monopoli, Corato e Altamura.

Viene somministrata soltanto in strutture ospedaliere e non a domicilio. Secondo gli ultimi dati ministeriali, in Puglia l’81% dei ginecologi è obiettore di coscienza. L’Asl Bari ha attivato un servizio di messaggistica istantanea per garantire una assistenza tempestiva alle donne che necessitano di un supporto per casi di contraccezione d’urgenza e altre problematiche legate alla sessualità.

EvƏ il nome del sistema e il numero WhatsApp – 366 6240059 – serve anche per richiedere assistenza su pianificazione famigliare e contraccezione volontaria. Si può interagire con gli operatori solo tramite messaggio per molteplici condizioni: pillola anticoncezionale, pillola del giorno dopo, gravidanza indesiderata, interruzioni di gravidanza, malattie sessualmente trasmesse, papilloma virus, infezioni vaginali e rapporti sessuali a rischio.

(Immagine Ansa)

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!