9.2 C
Comune di Bari
sabato 17 Aprile 2021
Home Apertura Milano, apologia e istigazione all'adesione all'Isis: arrestato 38enne di Canosa

Milano, apologia e istigazione all’adesione all’Isis: arrestato 38enne di Canosa

Da leggere

Nicola Ferrara, 38enne originario di Canosa e residente a Milano, è stato arrestato oggi per apologia e istigazione all’adesione all’Isis. Un reato consumato principalmente sul web.Tra le altre cose, in un’intercettazione del 27 marzo, avrebbe commentato che l’emergenza Covid “è una cosa di Allah, una cosa positiva” perché “la gente sta impazzendo” e per i non musulmani “tutto l”haram’ adesso è difficile farlo”, ossia sono stati tolti loro i vizi. Il fatto emerge dall’inchiesta dei pm Alberto Nobili, Piero Basilone e Leonardo Lesti, che ha portato all’ ordinanza firmata dal gip di Milano, Guido Salvini.

L’uomo avrebbe frequentato l’associazione culturale Al Nur di Milano, di orientamento sunnita, e due minorenni che pregavano nello stesso centro di via Chiarissimi, ai quali avrebbe esternato tesi estremiste. Particolare che emerge dall’inchiesta del Ros dei carabinieri e del dipartimento antiterrorismo della Procura di Milano, guidato da Alberto Nobili.

Il 38enne arrestato dal ROS dei carabinieri per istigazione al terrorismo, avrebbe anche fornito “assistenza economica” con tre vaglia, per un totale di 400 euro, a Ghassen Hammami detenuto nel carcere di Rossano Calabro perché arrestato in un’indagine dei pm di Perugia sempre per istigazione al terrorismo. Hammami, tra l’altro, come risulta dalle intercettazioni, “è la persona che lo ha convertito e radicalizzato”. I due hanno tenuto anche un “rapporto epistolare” mentre Hammami era in carcere.

Nell’ordinanza, tra l’altro, vengono riportati anche tutti gli altri contatti ‘pericolosi’ di Ferrara, tra cui alcuni ‘indiretti’ con El Madhi Halili già condannato a Torino per associazione con finalità di terrorismo, perché “pubblicava video e materiali riferibili allo sceicco Abou Muhammad Al Adnani, riportando particolari degli attentati di Parigi e Bruxelles”. Contatti anche con Mario Cavallaro indagato in un’inchiesta per terrorismo della Digos di Bari e Foggia.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!