Home Cronaca Trani, camionista sequestrato e rapinato sulla SS16: in manette padre e figlio....

Trani, camionista sequestrato e rapinato sulla SS16: in manette padre e figlio. Continua la caccia al resto della banda

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sono accusati di aver rapinato e sequestrato un camionista che trasportava prodotti ittici sulla strada statale 16, all’altezza dello svincolo Trani Nord. Per questo motivo padre e figlio, rispettivamente di 63 e 34 anni, con precedenti penali, sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Trani, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ed eseguita dai carabinieri: le accuse, in concorso tra loro e con altre persone in via di identificazione, sono di sequestro di persona, ricettazione, rapina aggravata, detenzione e porto abusivo di armi da fuoco e possesso di segni distintivi contraffatti.

I fatti a loro contestati risalgono al 16 marzo del 2018. Quel giorno, lungo la statale 16, un commando composto da quattro persone bloccò e rapinò il dipendente di una ditta di Triggiano. Tre dei quattro rapinatori, incappucciati ed armati di pistola, fucile a canne mozze e mitraglietta, simulando un posto di blocco della Polizia, costrinsero il camionista a fermarsi esplodendo, tra l’altro, anche un colpo d’arma da fuoco.

I malviventi rapinarono l’uomo della somma in contanti di 2.500 euro, poi caricarono la vittima a bordo di un veicolo, mentre uno di loro si mise alla guida del furgone della vittima. Il camionista venne rilasciato dopo poco più di un’ora. I rapinatori gli riconsegnarono il furgone completamente svuotato della merce, per un valore di circa 6.500 euro. Secondo le indagini dei carabinieri, il 34enne faceva parte del commando che ha bloccato la vittima mentre il padre, invece, fornì la base logistica per il trasbordo della merce rubata.