33.5 C
Comune di Bari
mercoledì 4 Agosto 2021
Home Cronaca Monopoli, ‘mini tabaccheria’ nel bagagliaio dell’auto: 63enne denunciato per ricettazione. La scoperta...

Monopoli, ‘mini tabaccheria’ nel bagagliaio dell’auto: 63enne denunciato per ricettazione. La scoperta dopo un incidente

Notizie da leggere

Gli uomini del Comando di Polizia Locale erano è intervenuti per i rilievi di rito relativi a un incidente stradale. In occasione degli stessi, però la pattuglia, a seguito dell’ispezione dei veicoli, si è trovata di fronte a una vera e propria mini tabaccheria. È successo a Monopoli, in via Marina del Mondo, dove gli agenti hanno denunciato un 63enne residente in provincia di Bari per il reato di ricettazione.

Nel bagagliaio della sua vettura, infatti, l’uomo nascondeva, in totale, 3.516 pezzi destinati ai fumatori: accendini, cartine, pile, filtri e bocchini per sigarette. L’uomo, un sedicente professore di scuola, non è stato in grado di giustificare provenienza e destinazione del materiale, dimostrandosi, inoltre, anche riluttante a fornire qualsivoglia spiegazione in merito.

“Ai colleghi interventi è apparso molto strano che fosse detenuta una quantità tanto cospicua di cartine, cartine arrotolate senza tabacco e i filtri, accendini funzionali al consumo dei trinciati a taglio fino per arrotolare le sigarette – spiega il comandante, Michele Cassano – in quanto da gennaio 2020 questo tipo di oggetti sono acquistabili esclusivamente presso le tabaccherie, così come previsto dal primo provvedimento attuativo della Legge di Bilancio 2020”. La vendita, in pratica, non è più consentita nei negozi etnici e in tutti gli altri esercizi, anche online, che non siano tabaccherie autorizzate.

“Si ipotizza, dunque – conclude il comandante, che quella merce possa provenire da scaffali di negozi non più autorizzati alla vendita, che non possono essere assolutamente venduti ma resi ai produttori o ai rivenditori di filtri e cartine”. Il valore della merce sequestrata è stato stimato in 4mila euro.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche