Home Apertura Sfruttamento della prostituzione a Matera: l’operazione riguarda anche Bari, Latina e Milano....

Sfruttamento della prostituzione a Matera: l’operazione riguarda anche Bari, Latina e Milano. Quattro arresti

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Con l’accusa di far parte, a vario titolo, di un’associazione italo-cinese finalizzata allo sfruttamento della prostituzione nella città di Matera, quattro uomini sono stati arrestati dai carabinieri nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica della Città dei Sassi. L’operazione, denominata “home sweet home” e per la quale sono impegnati oltre 50 carabinieri, ha interessato le province di Matera, Latina, Bari e Milano. I quattro uomini, due italiani e due cinesi, sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione di donne di origine cinese e nello specifico gli arresti sono stati eseguiti a Bernalda, Altamura, Milano e Formia.

A Matera i carabinieri hanno posto sotto sequestro un’abitazione, del valore di circa 150 mila euro, dove venivano fatte prostituire le donne. A capo dell’associazione vi era il 63enne cinese Deming Su, che aveva preso in locazione l’abitazione da Carlangelo Nuzzi, 56enne di Altamura “che era a conoscenza – è evidenziato nella nota diffusa dall’Arma – dell’attività di meretricio che si svolgeva all’interno”. Sono finiti in carcere anche Franco Leonardo Porcelli, di 69 anni, di Bernalda, “che si occupava di portare cibo e acqua alle donne all’interno della casa e di provvedere ai loro spostamenti per ogni necessità”, ed un 54enne cinese, Wencheng Wu, “il quale pubblicizzava le prestazioni sessuali delle donne attraverso annunci su un noto sito web di incontri.