Home Cronaca Monopoli, non ha la patente ma guida un furgone. Minacce agli agenti...

Monopoli, non ha la patente ma guida un furgone. Minacce agli agenti della Polizia Locale: denunciato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Era alla guida di un furgone, tra l’altro privo dei documenti idonei alla circolazione, senza aver mai conseguito la patente. Durante i controlli poi, ha insultato e minacciato gravemente gli agenti della Polizia Locale, guadagnando così una denuncia per i reati di resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e naturalmente guida senza patente. È accaduto ieri pomeriggio a Monopoli.

L’uomo circolava con Ducato privo di carta di circolazione e certificato di assicurazione obbligatoria RCA. Dalla consultazione degli archivi informatici della motorizzazione poi, la pattuglia della Polizia Locale apprendeva anche che il mezzo era completamente privo di copertura assicurativa nonché di revisione obbligatoria, scaduta da oltre 4 anni. Come se non bastasse, il conducente risultava anche essere sprovvisto di patente di guida.

Tutto sembrava procedere con assoluta tranquillità, durante le contestazioni da parte degli agenti, fino a quando l’uomo, raggiunto da alcuni familiari, con uno scatto decideva di risalire sul mezzo cercando di mettersi alla guida per spostarlo. Naturalmente gli agenti lo hanno impedito. Da qui, una serie di offese e minacce: tra queste, anche quella di dare fuoco alle auto private degli uomini del comandante Michele Cassano. Uno “spettacolo” durato diversi minuti, che ha richiesto anche l’intervento di due volanti della Polizia di Stato.

Durante la redazione degli atti in Comando, quindi, dalla consultazione delle banche dati si apprendeva che il soggetto in questione, non solo non aveva mai conseguito la patente, ma si trovava nelle condizioni di essere già stato denunciato a piede libero nell’ultimo biennio per la violazione dell’articolo 116 del Codice della Strada: proprio quello della “guida senza patente”, rappresentandosi così la sua condotta come un reato. Il veicolo che l’uomo stava guidando al momento del controllo è stato sottoposto sia a fermo amministrativo che a sequestro ai fini della confisca.