33.4 C
Comune di Bari
mercoledì 28 Luglio 2021
Home Cronaca Statale 379, 26enne di Bari travolto e ucciso nel 2018: 21 mesi...

Statale 379, 26enne di Bari travolto e ucciso nel 2018: 21 mesi di reclusione e revoca della patente per il camionista

Notizie da leggere

È arrivata nella giornata di ieri la sentenza relativa all’incidente accaduto il 13 dicembre del 2018 a Ostuni, sulla Statale 379, in cui perse la vita il 26enne barese Francesco Derosa. In Tribunale, a Brindisi, il 48enne che era alla guida dell’autocompattatore che travolse e uccise il ragazzo, ferendo in modo grave anche un collega della vittima, ha patteggiato la pena di un anno e 9 mesi di reclusione, con la sospensione condizionale, più la pensante sanzione accessoria della revoca della patente: non potrà più guidare. A darne notizia sono i legali dello studio Studio3A-Valore SpA, che hanno assistito il papà, la mamma e il fratello di Derosa.

Il 26enne, che lavorava per una lavanderia industriale, si trovava come passeggero su un furgoncino che trasportava indumenti per la ditta. Al volante c’era il suo collega 36enne, anche lui di Bari. Lo scoppio dello pneumatico posteriore destro costrinse il conducente ad accostare posizionando il veicolo sul ciglio destro della strada. In soccorso dei due operai, arrivò da Bari anche un terzo collega, con un altro furgoncino. I due mezzi della lavanderia, di lì a poco, vennero travolti dall’autocompattatore guidato dal 48enne. A una velocità d’urto di 71 km/h, come emergerà dai dati del cronotachigrafo, e probabilmente a causa di una guida distratta.

Il tremendo impatto costò la vita a Derosa e ferì in modo grave i due suoi colleghi. Il ragazzo giunto da Bari in soccorso del primo furgoncino, oggi 33enne, a 26 mesi dal fatto e dopo aver subito ben 13 interventi, riferiscono i familiari, lotta ancora tra la vita e la morte.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche