24.3 C
Comune di Bari
lunedì 14 Giugno 2021
Home Cronaca Lecce, chiamano l’ospedale e simulano un omicidio-suicidio: denunciati. Lei è minorenne, lui...

Lecce, chiamano l’ospedale e simulano un omicidio-suicidio: denunciati. Lei è minorenne, lui un 27enne di Bari

Notizie da leggere

Per due giorni i carabinieri, anche con l’ausilio di un elicottero, hanno provato a rintracciare un uomo e una donna che a mezzanotte del 7 maggio hanno chiamato il Pronto Soccorso dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, chiedendo disperatamente aiuto: lei diceva di essere stata accoltellata da suo marito che poi le strappava il telefono dalle mani dicendo di volersi uccidere. Quando però i militari li hanno trovati, entrambi a Sondrio, hanno scoperto che si trattava di uno scherzo. Lei, minorenne, e lui, 27 anni, sono stati denunciati per procurato allarme e interruzione di un ufficio o servizio pubblico.

Il 27enne, originario della provincia di Bari, è stato arrestato perché già destinatario di un provvedimento restrittivo. La notte del 7 maggio, al telefono, il personale del Pronto Soccorso ha ascoltato le urla della ragazza che raccontava di essere stata accoltellata. E poi, per circa 40 minuti, ha provato a dissuadere il finto marito dal suo intento suicida. Ai due giovani i carabinieri sono arrivati attraverso il cellulare di lei, e hanno scoperto che si trovavano entrambi a Sondrio. La ragazza ha ammesso che si è trattato di uno scherzo con la complicità del suo amico.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche