24.9 C
Comune di Bari
martedì 28 Settembre 2021
Home Cronaca Bari, 62enne ai domiciliari ancora in attesa del vaccino: Asl si attiva...

Bari, 62enne ai domiciliari ancora in attesa del vaccino: Asl si attiva dopo rimpallo di responsabilità

Notizie da leggere

Da giugno un detenuto 62enne di Gioia del Colle, che è attualmente agli arresti domiciliari, attende di sottoporsi a vaccinazione anti Covid. Nonostante ripetute richieste trasmesse tramite il legale di fiducia, però, non ha ottenuto ancora la prima dose perché, essendo sprovvisto di residenza formale e quindi di iscrizione anagrafica, i diversi enti sanitari interpellati, Asl di Gioia del Colle, Asl Bari e Ufficio sanitario del carcere del capoluogo (dove era detenuto fino a dicembre 2020) hanno rimbalzato la responsabilità da uno all’altro non ritenendo di essere competenti sul caso.

“Da mesi cerco di far vaccinare un mio cliente in detenzione domiciliare a Gioia del Colle. Senza esito – spiega il difensore, l’avvocato Filippo Castellaneta -. La Asl di Gioia del Colle dice che è in carico al carcere, il carcere dice che è competenza della Asl di Bari, la Asl di Bari dice che è di competenza dell’Ufficio sanitario del carcere. Il mio cliente è ultrasessantenne e vuole vaccinarsi al più presto. Ma nessuno lo fa. Assurdo”.

Contattata dall’ANSA, la Asl di Bari assicura di aver preso in carico il caso e che entro la prossima settimana il detenuto sarà vaccinato secondo il percorso che sarà individuato come più idoneo: a domicilio tramite un medico dell’Usca oppure in un hub previa autorizzazione del magistrato di sorveglianza.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche