17 C
Comune di Bari
mercoledì 20 Ottobre 2021
Home Apertura Mafia, pugno al volto di un bimbo di 6 anni per punire...

Mafia, pugno al volto di un bimbo di 6 anni per punire il padre spacciatore: 8 arresti a Bari

Notizie da leggere

Avrebbero picchiato uno spacciatore, poi diventato collaboratore di giustizia, come punizione per aver venduto droga nel territorio del clan senza alcuna autorizzazione. Un pestaggio in piena regola, avvenuto nel quartiere Palese, a Nord di Bari, con l’intenzione di sequestrare l’uomo. Un tentativo fallito durante il quale sarebbe stato colpito con un violento pugno al volto un bimbo di sei anni, figlio della compagna all’ottavo mese di gravidanza del pusher, anche lei presa a calci. 

L’episodio risale al 26 giugno 2019 e ha dato il via all’indagine congiunta di Polizia e Carabinieri, conclusa questa mattina all’alba con l’arresto di 8 pregiudicati ritenuti affiliati al clan mafioso Strisciuglio, di età compresa tra i 22 e i 53 anni; una nona persona, sfuggita inizialmente alla cattura, è stata arrestata in mattinata.

Agli arrestati la Dda di Bari contesta i reati, tutti con aggravante mafiosa, di tentato sequestro di persona, lesioni personali aggravate, tentato omicidio aggravato, detenzione e porto illegali di armi da fuoco, ricettazione e induzione a non rendere dichiarazioni all’autorità giudiziaria. 

A poche ore da quell’aggressione, un commando partito dal quartiere San Pio si armò per un secondo tentativo di agguato all’esterno dell’abitazione dell’uomo. Una vera ‘stesa’ partita dopo una telefonata di rimostranze dei parenti del pusher picchiato poco prima, ritenuta un affronto dal clan. Anche in questo caso, nonostante i 23 colpi esplosi ad altezza uomo, non ci furono conseguenze letali. 

Nei mesi successivi, il clan avrebbe esercitato “pesanti pressioni e minacce di morte” nei confronti dei familiari del pusher, “per indurre l’aspirante collaboratore di giustizia – spiegano gli inquirenti – a non rendere dichiarazioni all’autorità giudiziaria e a cessare la collaborazione”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche