13.9 C
Comune di Bari
martedì 26 Ottobre 2021
Home Apertura Adelfia, rifiuti speciali dati alle fiamme e interrati in campagna: arrestato un...

Adelfia, rifiuti speciali dati alle fiamme e interrati in campagna: arrestato un imprenditore. 14 indagati

Notizie da leggere

Portavano in campagna ingenti quantitativi di rifiuti speciali di varia tipologia costituiti, perlopiù, da inerti da demolizione. Dopodiché li smaltivano appiccando il fuoco o sotterrandoli direttamente al fine di innalzare il “piano campagna” di un’area depressa, destinata ad uso agricolo, con l’intenzione di costruire un parcheggio abusivo in totale assenza di permessi. Succede ad Adelfia, dove gli indagati sono in tutto 14 e un imprenditore è stato arrestato e costretto ai domiciliari.

I rifiuti, eliminati illecitamente mediante tombamento, stando a quanto ricostruito dagli investigatori, provenivano da almeno altre quattro aziende, i cui titolari, beneficiando del ‘servizio offerto’ riuscivano a evitare i costi di smaltimento e le lavorazioni che avrebbero reso i materiali innocui per l’ambiente e, per la maggior parte, riutilizzabili.

I conferimenti, nel corso 2020, hanno comportato lo smaltimento illecito di circa 120 tonnellate di rifiuti speciali, anche pericolosi. La quantificazione dei soli costi di smaltimento “risparmiati” dagli imprenditori ammonta a circa 100mila euro. Tutta l’area oggetto del tombamento, dell’estensione di circa 15mila metri quadri, è stata sequestrata.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche