8.4 C
Comune di Bari
domenica 5 Dicembre 2021
Home Apertura Accoltellato in discoteca a Bisceglie, lite da sfottò a ragazza. Il sindaco:...

Accoltellato in discoteca a Bisceglie, lite da sfottò a ragazza. Il sindaco: “C’è un problema sociale”

Notizie da leggere

Ci sarebbe un apprezzamento ad una ragazza, amica della vittima, all’origine del litigio sfociato nell’accoltellamento del 26enne barese avvenuto all’alba nella discoteca Df di Bisceglie, l’ex Divinae Follie. Il ragazzo è ricoverato al Vittorio Emanuele II e le sue condizioni sono stabili: non è in pericolo di vita. Le indagini dei carabinieri per risalire al responsabile del ferimento proseguono senza sosta e sono coordinate dalla Procura di Trani che ha aperto un fascicolo per tentato omicidio.

A quanto si apprende il gruppo del quale facevano parte la vittima e la ragazza era in un privé della discoteca, quando un giovane che era nella zona comune, esterna all’area riservata, avrebbe fatto apprezzamenti che hanno attirato l’attenzione della comitiva. Il gruppo di amici della ragazza, uscendo dal privé, si sarebbe mosso in direzione del giovane per chiedere spiegazioni. In pochi istanti, con modalità ancora in corso di accertamento, lo sfottò è degenerato e il 26enne è stato colpito con 6 fendenti nella zona tra addome, inguine e gambe con un’arma da taglio. Subito sono stati chiamati i soccorsi. Mentre qualcuno, invece, si è preoccupato di filmare il ragazzo a terra in un video diventato tristemente virale su WhatsApp.

Il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, ha affidato ai social il proprio commento. “Quello che è successo la scorsa notte, con l’accoltellamento di un ragazzo in un locale della nostra città, è di una gravità inaudita – ha scritto il primo cittadino – per l’accaduto in sé e perché capita a pochissimi giorni dall’omicidio di Claudio Lasala”, il 24enne assassinato pochi giorni fa all’esterno di un locale di Barletta, a pochi chilometri a nord di Bisceglie.

“Tutta questa violenza è assurda ed inaccettabile. È inammissibile – dice il sindaco – che anziché andare in un locale per divertirsi e stare insieme si rischi di incorrere in risse, scontri o sopraffazione violenta. Siamo di fronte ad un problema sociale molto complesso, serio e diffuso che dobbiamo arginare a tutti i livelli con ulteriore intensità: istituzioni, famiglie, scuola, associazioni, più di quanto si stia già facendo. Il Covid ha aumentato il disagio sociale e le fragilità”.

“Ho sentito il Prefetto della Bat, Maurizio Valiante – conclude Angarano – il quale ha già dato disponibilità ad un incontro per valutare e coordinare ulteriori misure da mettere in campo. Auguro al giovane ferito una pronta guarigione e auspico che le forze dell’ordine possano fare piena luce sull’accaduto per individuare i responsabili”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti