27 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

giovedì 30 Giugno 2022
HomeAttualitàMetal detector all’ingresso e telecamere con riconoscimento facciale: così riparte l’ex Divinae

Metal detector all’ingresso e telecamere con riconoscimento facciale: così riparte l’ex Divinae

Notizie da leggere

L’accoltellamento in pista nel primo weekend di novembre, al termine di una lite per futili motivi, con un ragazzo barese di 26 anni finito in ospedale e un coetaneo di Cerignola arrestato per tentato omicidio. La decisione del titolare di stoppare la programmazione artistica per implementare le misure di sicurezza e il provvedimento del questore che ha sospeso per 15 giorni la licenza di pubblico spettacolo della discoteca. Sabato scorso, dopo tre settimane travagliate, il DF Theatre di Bisceglie, ex Divinae Follie, ha riaperto le proprie porte con i primi avventori che hanno subito potuto notare all’ingresso la novità dei metal detector e l’avviso relativo all’installazione di nuove telecamere hi-tech.

I metal detector, di fatto, funzionano come quelli degli aeroporti. Il cliente passa attraverso un percorso obbligato e, se il dispositivo suona, personale formato per l’utilizzo dei dispositivi approfondisce il controllo con un rilevatore di metalli portatile. Di ultima generazione sono le nuove telecamere installate all’interno e all’esterno del locale: modernissime, mettono a fuoco anche in condizioni di bassa luminosità e sono dotate di un software per il riconoscimento facciale.

“La mission, in questo momento, è rendere il locale un posto ancora più sicuro – spiegano dalla proprietà del DF -. Dopo due anni di chiusura, e di relative mancate entrate, questo è stato un ennesimo sforzo economico, ma quando si parla di sicurezza non si può badare ai soldi. Da sempre il DF ha tolleranza zero verso ogni episodio di violenza e collabora costantemente con le forze dell’ordine per prevenire qualsiasi atto che possa ledere alla sicurezza del suo pubblico e del suo personale, spesso impiegando anche più addetti alla sicurezza rispetto a quello che la norma, in relazione alla capienza, impone. Abbiamo a cuore ogni singolo nostro ospite e ogni nostro dipendente. E anziché rifugiarci nella comoda retorica abbiamo come sempre preferito agire, dimostrando con i fatti da che parte siamo e come la pensiamo”.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!