12.3 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

martedì 29 Novembre 2022
HomeBari dei bimbiPineta San Francesco, devastata per la sesta volta la sede degli scout....

Pineta San Francesco, devastata per la sesta volta la sede degli scout. La rabbia dei ragazzi

Notizie da leggere

Una scoperta amarissima: non la prima della serie, purtroppo. La sede degli scout Cngei della pineta San Francesco è stata devastata per la sesta volta. Ad accorgersene sono stati i ragazzi che animano da dieci anni la casina della pineta barese, che sabato hanno trovato scassinata e vandalizzata, come purtroppo è già accaduto altre cinque volte. Un colpo al cuore, che raccoglie rabbia ma anche voglia di non arrendersi. “Le istituzioni ci aiutino a fare rivivere la pineta”, è l’appello lanciato dai microfoni di Telebari da Luca Scarpiello, responsabile dei programmi educativi del Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani.

La conta dei danni è ancora in corso. “E’ stato un brutto colpo per tutti noi – racconta Luca – I nostri ragazzi sono responsabili delle strutture e delle attività, dunque sono loro a pulire e a mettere a posto la devastazione che abbiamo trovato. La cosa che ci fa più male è proprio questa: il messaggio negativo verso i ragazzi, di un intero anno di lavoro andato distrutto”.

Gli scout in pineta sono un presidio di legalità e socialità. “Ma vogliamo essere messi nelle condizioni di farlo – spiega Luca – Per esempio in pineta non possiamo entrare dopo un certo orario. Siamo da dieci anni in quella sede, vogliamo continuare sempre di più a lavorare ma non è possibile non avere le chiavi per accedere alla pineta sempre, lasciando quell’area diventare la sera una terra di nessuno”.

L’appello è dunque alle istituzioni e alle associazioni, a “fare rete – dice Luca – perché non si risolve il problema installando una telecamere, ma facendo ritornare la pineta come la casa dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze. Così non possiamo andare avanti”.

Luca e gli scout chiedono dunque di sedersi intorno al tavolo con Comune, Multiservizi, associazioni, e “tutte le realtà interessate a costruire un progetto di rinascita complessivo”.

Solo qualche giorno fa a subire un furto è stata la Casa dei bambini e delle bambine: leggi qui. Non hanno vita facile neppure i bar della Pineta, chiusi da tempo. Se ti sei perso il nostro reportage sulla ‘maledizione’ dei bar della città, leggi qui.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!